Test di trazione su nastri, cinture e cinghie

Questi componenti sono generalmente di tessuto tecnico e devono rispondere a severi criteri per la sicurezza dell'uomo

I tessuti tecnici moderni sono generalmente costituiti da materiali altoresistenziali, tipicamente da fibre di nylon e poliestere o aramidi ad alte prestazioni (Kevlar) e polietilene ad elevato peso molecolare (Dyneema).

La trama del tessuto nei suoi intrecci unito alle proprietà meccaniche del filato offrono un prodotto leggero, ad elevata resistenza e dal basso allungamento. 

Condizione essenziale per la buona riuscita del test a trazione è garantire un adeguato afferraggio e la soluzione con tamburi ad avvolgimento autostringenti è sicuramente la scelta adeguata. Con questi afferraggi si garantisce una perfetta tenuta del provino e una veloce preparazione del test. Non sono richiesti estensimetri o strumenti per la misura della deformazione, viene comunemente utilizzata la corsa traversa per il calcolo dell'A% a rottura. Molto importante è equipaggiare lo strumento di prova con barriere di sicurezza, spesso utilizzata la versione corazzata per poter contenere l'energia dissipata dalle cinture a rottura. Sono disponibili kit specifici costituiti da barriere con corazza in lamiera addizionata da pannelli in lexan, soffietti in kevlar per la protezione delle viti a ricircolo dello strumento, carterature per proteggere la cella di carico.

Interessato alle nostre macchine e soluzioni? Contattaci


Cliccando invia si accetta il trattamento sulla privacy policy