Prova di trazione sulla lamiera con Video Estensimetro (r+n)

ASTM E345, DIN 50154, ASTM E517, ASTM E646

ASTM E345, DIN 50154, ASTM E517, ASTM E646

La prova di trazione sulla lamiera fornisce risultati molto importanti per caratterizzazione meccanica del materiale da stampaggio: resistenza di snervamento, allungamento %, resistenza trazione, rapporto di deformazione plastica (r+n)

Le lamiere destinate allo stampaggio, comunemente con spessori da 0,1 a 3 mm devono possedere caratteristiche che conferiscano duttilità plastica al materiale e nel contempo elevata resistenza meccanica. I valori di anisotropia e incrudimento, conosciuti con "r+n" forniscono informazioni importanti sulle proprietà del materiale; il valore n indica l'incrudimento del materiale durante la deformazione plastica, mentre il valore r indica l'anisotropia verticale.  

La necessità di qualificare questi materiali deriva dal bisogno da parte dell’industria manifatturiera di plasmare le lamiere da stampaggio con forme sempre più particolari e di garantire contemporaneamente che lo spessore del prodotto finito sia uniforme su tutta la sua superficie. La preparazione dei provini consiste nel ricavare dal coil di lamiera 3 provini; lungo l’asse di laminazione, a 45° e a 90°, per mediare i valori di prova. Le provette possono essere a forma “osso di cane” o delle strisce. La Norma prevede larghezze pari a 12,5 o 20 mm del tratto calibrato. Per salvaguardare la struttura cristallina del materiale si preferisce usare il 20 mm. L’ottenimento dei provini avviene mediante: 
  • taglio a cesoia e successiva fresatura sul tutta la lunghezza parallela al fine di rimuovere le bave e l’incrudimento dato dal taglio meccanico
  • oppure con presse equipaggiate con specifici stampi e successivamente con levigatrici dedicate per l’asportazione delle bave (di nostra fornitura).
La prova richiede due estensimetri; uno per la misura della deformazione longitudinale e l’altro per la deformazione trasversale. A tal proposito sono disponibili estensimetri meccanici semi o completamente automatici o sistemi contactless, quali il Video estensimetro. Gli afferraggi idonei sono con serraggio tramite teste a cuneo oppure con teste a chiusura idraulica parallela. In entrambi i casi è opportuno equipaggiare le grip scelte con centratori che garantiscono la perfetta assialità del provino durante la prova. 

Galdabini ha sviluppato questo test già nel 1980 per il centro ricerche Fiat, fino ad allora era comunemente usata la prova Erichsen, ritenuta troppo empirica con i nuovi bisogni dell’industria.

Interessato alle nostre macchine e soluzioni? Contattaci


Cliccando invia si accetta il trattamento sulla privacy policy